Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca Qui per ulteriori informazioni.

Nella mattinata del 31 marzo 2017, all’interno della palestra dell’Istituto Oriani di Faenza, gli studenti degli ultimi anni del corso C.A.T. (Geometri) hanno potuto vivere per qualche minuto un’interessante, quanto insolita, esperienza di guida: sotto la supervisione di un pilota-istruttore professionista ciascuno di essi ha pilotato, attraverso le diverse cloche della consolle, un tetracottero (elicottero a 4 eliche) a guida remota, rientrante nella più ampia famiglia dei cosiddetti “droni”.

L’esperienza, promossa da una società specializzata del settore (la Tuttodrone di San Sepolcro) è stata organizzata dal docente di Topografia e Fotogrammetria, prof. Marco Crescentini, che ha voluto così introdurre gli allievi a una conoscenza diretta di quello che sta diventando un sempre più indispensabile strumento di lavoro in un sempre maggior numero di settori lavorativi.

Il modello provato montava una videocamera ad altissima risoluzione direttamente collegata a un comune tablet, sul quale era possibile osservare la realtà circostante dall’esatto punto di osservazion del drone.

Gli allievi hanno potuto così apprezzare, oltre alla manovrabilità del mezzo, le potenzialità di utilizzo in campo tecnico per riprese fotogrammetriche, ispezioni e ogni altra attività professionale che richieda visualizzazioni non immediatamente acquisibili con modalità tradizionali.

E’ intenzione dell’Istituto avviare, fin dal prossimo anno, corsi di formazione per aspiranti piloti di droni, in sintonia con i programmi predisposti dall’E.N.A.C. (Ente Nazionale Aviazione Civile) per favorire il più corretto e competente utilizzo di tali dispositivi.